Petrolio in Val d’Agri, la parola all’informazione.

basilicataIl Forum Ambientale dell’Appennino segnala l’evento  “Petrolio in Val D’agri, la parola all’informazione”  e trasmette l’invito pervenuto invitando i comitati/associazioni/movimenti ad aderire e inviare proprio sostegno a ola@olambientalista.it

Cari amici,

Si terrà il 19 settembre 2014, presso l’Hotel Sirio di Villa d’Agri  (PZ), a partire dalle ore 17,00, la Tavola Rotonda su “ Petrolio in  Val d’Agri – la parola all’informazione – Cosa bolle in pentola in Val  d’Agri?”promossa dalla Ola, WWF, Laboratorio per Viggiano, l’Onda Rosa  di Viggiano e Libera Basilicata alla quale sono invitati a partecipare  attivamente cittadini, comitati, movimenti, istituzioni e  rappresentanze della società civile non solo della Basilicata.

L’iniziativa si tiene in un momento storico importante per la Val  d’Agri, per la Basilicata e per il Sd Italia. Una fase, cioè, in cui  rilevanti sono le problematiche ambientali legate all’inquinamento
delle falde idriche e dell’aria, con trasformazioni socio-economiche  di vitale importanza per il futuro.

In Val d’Agri è prepotente oggi la riproposta di conflitti ambientali,  sociali ed economici che intersecano il tema dello sfruttamento petrolifero che si vorrebbe raddoppiare mettendo ulteriormente a rischio la salute dei cittadini e l’integrità dell’ambiente. Lo sfruttamento delle risorse del territorio avviene in contrasto con le spiccate vocazioni ambientali e turistiche, riducendo la vivibilità dei singoli e della comunità.

Questa iniziativa vuole pertanto stimolare il protagonismo della comunità e degli enti locali sui temi dello sfruttamento della Val d’Agri e della salute messa in pericolo, in un territorio conteso, in
bilico tra salvaguardia dei beni comuni, interessi collettivi e quelli  di parte, alla luce delle disposizioni contenute nel recente Decreto Legge 133/2014 “decreto legge sblocca Italia” e della modifica del  Titolo V della Costituzione che pongono limitazioni alla sovranità delle comunità in nome di un presunto “interesse pubblico” del petrolio estratto da compagnie di profitto privato.

Introduce i temi legati al conflitto, all’internazionalizzazione ed uso dei beni comuni,sugli effetti dello sfruttamento delle fonti fossili sul clima globale e quelli della legalità, Marica Di Pierri,
responsabile dell’Associazione Internazionale “ASud” che modererà anche la tavola rotonda.

Dopo la Relazione introduttiva a cura degli organizzatori su  “Raddoppio del COVA, oltre la fase 2 e gli attuali 85 barili al giorno: cosa bolle in pentola in Val d’Agri?“, seguiranno le relazioni
affidate al geologo Vincenzo Portoghese su “Aspetti e impatti delle tecniche di perforazione e estrazioni – Valutazioni di Impatto Ambientali (il progetto del pozzo Eleonora 01dir di Arborea-Or”, alla prof.ssa Albina Colella , Ordinario di Geologia Università della Basilicata su “Attivita petrolifere in territori fragili e ricchi d’acqua. Il caso Val d’Agri e Pertusillo” e al Prof Enzo di Salvatore, Prof. Associato di Diritto Costituzionale – Università di Teramo su “Petrolio,democrazia e revisione del Titolo V”.
Seguirà la tavola rotonda alla quale sono stati invitati a partecipare i rappresentanti delle istituzioni, dei partiti politici, dei sindacati, dei movimenti e delle associazioni sulla base dei temi e del documento elaborato dagli organizzatori, che sta raccogliendo le adesioni dei comitati, dei movimenti, delle associazioni e delle istituzioni pubbliche che fa il punto e fornoisce informazioni sull’attuale status territoriale e sociale connesso allo sfruttamento petrolifero in Val d’Agri indicando possibili azioni e proposte sulle quali aprire un confronto democratico e di partecipazione.

Ti chiediamo di partecipare e di aderire anche attraverso la sottoscrizione a nome della tua associazione/Comitato/Movimento al documento/relazione che introduce ai temi proposti prepandoti di trasmetterlo a persone, comitati ed associazioni che sentono forte la volontà di costruire insieme un futuro diverso per la nostra terra.
Potrai proporci tuoi spunti di riflessione ed iniziative per organizzare sul territorio la partecipazione che questo momento storico richiede a tutti.

Visualizza il documento originale, scarica i file e segui l’evento su

http://www.olambientalista.it/petrolio-cosa-bolle-in-pentola-in-val-dagri/

Per informazioni: Segreteria Organizzativa – WWF Basilicata –
l.agresti@wwf.it – tel.0971/411382
per adesioni e sottoscrizione inviare il nome del Comitato/movimento/organizzazione ed i propri
suggerimenti/integrazione al documento a : ol

Change in Theme Options or on the cause edit page
Change in Theme Options or on the cause edit page
Change this in Theme Options
Change this in Theme Options

Forum Ambientale è Laboratorio Transumante

Il Laboratorio Transumante dell’Appennino è un’aggregazione di persone, idee e documenti che ha lo scopo di ridisegnare completamente il modo in cui i problemi del territorio sono risolti.

Il Laboratorio funziona se le persone condividono la propria conoscenza, il proprio know-how, la propria disponibilità alla realizzazione di progetti per il territorio.

giulemani
Laboratorio Transumante dell’Appennino

×